Bosco Narrativo 5: una storia è fatta di 70 idee

Una Storia è fatta di 70 idee

Ovvero Come Pescare le Migliori Idee per la tua Storia

Esercizio: prendi un blocco di post-it e comincia a scrivere le tue 70 idee

[Podcast: alcuni browser non mostrano il link, se non lo vedi e lo vuoi ascoltare, clicca qui: https://www.scuolaolive.it/wp-content/uploads/2021/02/olive-70-idee-010221-15.mp3]

Il regista David Lynch spiega come trova le idee per i suoi film. Dice che una storia è l’insieme di 70 idee. Quando trova 70 idee, la storia è pronta. E solo lì comincia a girare il film.

Le idee, dice, si trovano proprio come nei fiumi si trovano i pesci.

Per pescarle, devi essere paziente e pronto, la tua esca è il tuo desiderio di cogliere l’idea. Le idee sono come i pesci. A volte i pesci sono strani, quando ne peschi uno, lo prendi in mano e lo guardi: se ti sembra un bel pesce, lo tieni, altrimenti lo ributti in acqua.

Le idee non sono tue, ma scorrono.

Le storie: quelle sì sono le tue, ma non le idee.

Una volta che hai pescato il pesce e lo hai guardato e ti piace, cala di nuovo la lenza per prendere un pesce più grosso. E ripeti l’operazione tante volte quante ti servono. 

Quante sono le volte? Dipende. Quando ti senti soddisfatto di avere abbastanza idee, allora è sufficiente. Puoi sempre tornare dopo al fiume a pescare ancora.

Le idee sono il risultato di un’intuizione, e l’intuizione è lo strumento più efficace dell’essere umano.

Con l’intuizione puoi entrare nel flusso delle idee, nel fiume, ma per avere intuizione devi essere paziente e pronto a prendere qual pesce, hai bisogno di sognare ad occhi aperti, e per sognare ad occhi aperti hai bisogno di tempo.

Inoltre non devi spaventare il pesce, il che significa che devi mantenere un umore positivo, non negativo. La negatività uccide la creatività.

Una volta che hai pescato, scrivi subito la tua idea, non dimenticarla.

E se la rileggi il giorno dopo e ti sembra ancora buona, allora quella è un’idea da tenere.

Con i personaggi è la stessa cosa. Se l’idea per il personaggio ti sembra buona a distanza di tempo, allora è un buon personaggio. E diventerà come una persona che già conosci, come un amico.

Ecco l’esercizio della settimana

Prendi un blocco di post-it. In ogni post-it scrivici o disegnaci una scena. Ogni scena è frutto di un’idea quindi è una scena memorabile:

Post-it: due ragazzini sopravvissuti ad un incidente aereo si ritrovano in un’isola deserta.

Post-it: trovano una grande conchiglia in mare, uno dei due si tuffa per prenderla, l’altro no, è troppo goffo per farlo.

Post-it: il ragazzo che ha pescato la conchiglia soffia forte per chiamare altri eventuali ragazzi o bambini sopravvissuti.

Post-it: bambini e altri ragazzi sbucano dalla foresta.

Post-it: un ragazzino prepotente e il suo seguito arrivano in marcia.

Post-it: si ritrovano tutti insieme nella spiaggia e decidono chi sarà il capo.

Arrivati a 70 post-it hai la tua storia. Il bello dei post-it è che li puoi scambiare. Li attacchi al muro vicino al tuo computer o al foglio dove scrivi e li osservi. La tua storia è completa, ora hai la mappa e da qui puoi cominciare a scrivere.

David Lynch usa dei cartoncini e ci disegna sopra le scene (prima di fare il regista faceva il pittore). 

La sua lezione di creatività si può riassumere così: pesca le idee con pazienza e sii pronto; sogna ad occhi aperti finché non peschi il primo pesce; guardalo bene e se ti piace scrivi subito l’idea; cala la lenza per pescare pesci più grossi; il giorno dopo la pesca, rileggi le idee, e se te ne innamori, allora significa che quelle sono delle buone idee. 70 idee sono una storia.